Sei in:

Anticipo TFS: Trattamento Fine Rapporto

  • Visualizza subito le migliori offerte
  • Richiedi subito l'anticipo del tuo TFS
  • Il servizio e' gratuito e senza impegno

* Scopri come funziona il servizio e come calcoliamo il risparmio
Messaggio promozionale: I finanziamenti proposti hanno un TAEG massimo stabilito dalla Banca d'italia, la durata è compresa tra 2 e 10 anni. Una cessione del quinto avrà rata, durata e tasso fissi. I tassi possono variare in base alla caratteristiche della richiesta dell'utente.

Cosa si intende per TFS

Con l’articolo 4, commi 4 e 5, del D.L. 185/2008, il trattamento di fine rapporto (TFR) per i lavoratori del settore privato è stato esteso anche ai dipendenti pubblici: in questo caso si parla infatti di trattamento di fine servizio (TFS).
In pratica, è l’indennità corrisposta alla fine del rapporto di lavoro per i dipendenti che hanno prestato servizio presso la pubblica amministrazione. Questa indennità viene corrisposta d’ufficio, quindi il neo pensionato non deve prestare istanze particolari per accedervi.

Perchè richiederlo ?

Si richiede l'anticipo del TFS per il problema sui tempi di attesa per ricevere il TFS. Infatti i tempi di erogazione variano dai 12 ai 36 mesi, un tempo abbastanza lungo che pone in difficoltà il neo pensionato quando ha la necessità di ricevere subito la somma dovuta. Diventa quindi importante richiedere l’anticipo del TFS. Come? Grazie all’intervento degli istituti finanziari che garantiscono l’importo in tempi immediati. Analizziamo nel dettaglio i tempi di erogazione e quindi le difficoltà per il neo pensionato, in modo da comprendere le reali motivazioni che spingono un neo pensionato a richiedere l’anticipo TFS.

Trova la migliore soluzione: come fare

Per trovare la migliore soluzione di anticipo TFS, è fondamentale effettuare la comparazione delle offerte proposte dalle banche e finanziarie italiane. Grazie a questo servizio di confronto completamente gratuito e veloce, puoi richiedere l'anticipo TFS alle condizioni più vantaggiose che trovi sul mercato. Fai un preventivo e scegli tra le proposte di finanziamento quella con la rata più conveniente per te in base alle tue esigenze, clicca su "verifica fattibilità" e procedi con la richiesta online.

Rata mensile € 223,92
  • Prodotto: Anticipo TFS
Rata mensile € 223,92

*Annuncio Promozionale , per tutte le informazioni relative a ciascun prodotto si prega di prendere visione dell'Informativa Trasparenza Prestiti del relativo istituto erogante. Tutti i prodotti presenti sul comparatore sono da considerarsi assistiti da garanzia di ipoteca sull'immobile. Ti ricordiamo sempre di prendere visione delle Informazioni Generali sul Credito offerto ai consumatori nonché agli altri documenti di Trasparenza presenti nelle specifiche sezioni degli istituti di credito. Per verificare la soluzione adatta alle tue esigenze clicca su verifica fattibilità

Domande sui prestiti personali

Qui puoi trovare risposte veloci sul mondo della cessione del quinto.

Qual è la differenza tra prestito personale e cessione del quinto?

La differenza fondamentale tra prestito personale e cessione del quinto è che, per quest’ultimo, la rata viene trattenuta direttamente dalla fonte di reddito.

Il datore di lavoro viene informato della richiesta ?

Sì, il datore di lavoro è a conoscenza della richiesta di cessione del quinto, poiché l'Istituto finanziario dovrà contattarlo affinché possa notificare la firma del contratto.

Cosa significa prestito con delega o cessione del doppio quinto?

Il prestito con delega, chiamato anche doppio quinto, è la forma di finanziamento della durata massima di dieci anni che permette, a chi è già titolare di una cessione del quinto, di incrementare l'importo del prestito di un altro quinto.

Tutte le domande Frequenti >

Estinzione anticipata della cessione

Quando si accende un prestito, solitamente il motivo è una temporanea mancanza di denaro o la necessità di una liquidità superiore al previsto, per far fronte a spese non pianificate o improvvise. Non sempre tuttavia si tratta di situazione permanente, perché talvolta le condizioni economiche migliorano e fanno sì che il prestito non sia più necessario.

In questi casi si può valutare l’estinzione anticipata: questa procedura consente la restituzione anticipata del prestito, prima della naturale scadenza del contratto. Nello specifico, il debitore è tenuto a restituire all’istituto creditizio il capitale residuo, insieme gli interessi maturati fino a quel momento.

Per quanto riguarda i prestiti personali, è prevista una penale per estinzione anticipata, stabilita alla sottoscrizione del contratto.

Cerchiamo di far luce sul tema specifico.

Continua a leggere >